mercoledì 10 novembre 2010

E' molto meglio essere felici!

Mi dispiace, oggi niente ricette, oggi si parla di altro, o meglio…”dell’altro”

Nichi Vendola a "Vieni via con me" Trasmissione dell’8 Novembre 2010




Espiazioni dell’omosessualità:
impalato,
arso vivo,
squartato,
decapitato,
impiccato,
lapidato,
accecato,
evirato,
deportato nei lager e marchiato col triangolo rosa,
deportato nei gulag,
esiliato,
confinato,
ricoverato in manicomio e curato con gli elettroshock,
incarcerato,
stuprato,
torturato,
perseguitato in ogni luogo e in ogni tempo della storia umana,
violato nella sua dignità e nei suoi diritti nel nome del costume, della religione, dell’ideologia, dell’ordine pubblico, dell’etica;
classificazioni dell’omosessualità nella vita pubblica:
reato,
peccato,
colpa,
vergogna,
impudicizia,
sporcizia,
patologia,
nevrosi,
crimine,
disordine,
pulsione di morte.
Del resto, come è noto, sono infiniti gli elenchi del silenzio e del dolore.

Potrei continuare…silenzio e dolore, e ancora dolore, e ancora silenzio, e ancora sofferenza, e purtroppo vergogna, vite mancate, idee soffocate, parole non dette, sentimenti umiliati, individualità calpestate e non rispettate…
Rispetto…rispetto…meglio dire, mancanza di rispetto!
Ancora oggi, dopo aver ascoltato le ultime affermazioni del nostro Presidente del Consiglio: "Meglio guardare le belle ragazze che essere gay", senza dimenticare quelle del suo entourage, ci troviamo a dover indignarci dinanzi alla mancanza di rispetto nei confronti dell’altro, che sia gay, che sia di colore, che sia diversamente abile, che sia semplicemente “diverso”.
Ancora una volta ci troviamo a meditare dinanzi al concetto di diversità.
Che noia! Sono stufa di gridare che la diversità non esiste, NON ESISTE!
Non esiste se si crede fermamente nel concetto di dignità umana, se si crede nel concetto di rispetto, se si vede nell’altro un proprio pari con il quale rapportarsi in maniera civile per crescere e maturare insieme, se si crede nel concetto di integrazione, ma quella vera, non quella raccontata.
Certe volte, pensando al nichilismo che caratterizza la società odierna, mi spavento. Io non ho figli, ma se mai ne avessi, insegnerei loro quello in cui credo e cioè che i modelli da seguire non sono quelli che la tv e la stampa spazzatura ci propinano, quelli dettati dai soldi, dal potere assoluto e cercato con tutti i mezzi, dalla mercificazione dello spirito a quella della dignità umana.
Cercherei di far capire loro di quanto sia importante per la crescita dell’individuo il senso dell’onestà e dei valori, che siano essi religiosi, etici e politici, e lottare per essi, con sprezzo e coraggio, in nome di un senso di appartenenza ad un gruppo sociale libero, democratico, solido, coeso, che abbia come obiettivo finale quello di rispondere alle esigenze della gente, di tutta la gente, non solo del ricco e del potente di turno.
Un gruppo in cui non imperi l’ignoranza, la discriminazione, la chiusura, la mancanza di cultura, la precarietà.
E’ utopia la mia? Sono idealista? Si, lo sono e ne vado fiera!
Non penso però di essere l’unica, vedendo come, in pochissimo tempo, tanti blog hanno aderito all’iniziativa lanciata dalla Gaia Celiaca, e da Norma


della quale sono venuta a conoscenza solo ieri pomeriggio e alla quale ho pensato di aderire immediatamente, pur non avendo alcuna ricetta da proporre, semplicemente per poter, ancora una volta, esprimere il mio dissenso nei confronti del Governo che ci amministra.
E come dice Nichi Vendola...è molto meglio essere felici!!! Purtroppo laddove c'è ignoranza c'è solo dolore e quando c'è dolore, non ci può essere che infelicità, ma attendiamo fiduciosi gli eventi...

15 commenti:

Laura ha detto...

Bravissima Tinuccia, per aver dedicato il tuo blog a questo argomento molto importante.

Io vivo vicino a San Francisco, e qui l'omossessualita' e' rispettata direi quasi al 100%. In Italia mi sconvolgo ancora, e a volte dai discorsi dei miei amici, per l'atmosfera anti gay che si respira.

Sei una grande cuoca e una persona con carattere, mi piace!

simo ha detto...

ieri sera ho guardato anch'io "vieni via con me" ho provato tanta amarezza...mi è mancata la parola! sia per "la macchina del fango" Saviano non poteva usare linguaggio migliore, di una chiarezza sbalorditiva (ma con lui è sempre cosi) e poi con Vendola che ha sempre coraggio. le persone come lui sono normali o forse speciali perchè non tutti siamo cosi coraggiosi...io considero diversi la maggior parte delle persone al governo e chi come loro ha perso la strada dell'onestà dei valori basilari il saper distinguere il bene dal male...si è rivoltato tutto purtroppo. infine l'elenco cultura...mi sono vergognata da morire...la patria di dante michelangelo verdi leonardo...sono uomini che hanno fatto la cultura mondiale...che vergogna! scusami ma non avevo avuto modo di parlare di questo ed ho colto l'occasione. Condivido in toto il tuo pensiero....un abbraccio

Gaia ha detto...

un abbraccio forte, tinuccia cara.
sapessi anche io scrivere come lo sai fare tu...
ma la mia mente è scientifica e il mio lato umanistico piuttosto ermetico..(?!?!), avrei voluto scrivere oggi lo stesso tuo pensiero.
Spero di esserci riuscita, 'ammodomio'!

simoff ha detto...

condivido!!!! hai fatto benissimo a riportare l'intervento commentandolo con le tue parole...per chi non lo avesse sentito!!
ho aderito all'iniziativa di fare una ricetta , ma corro al mercato, perchè ancora non nho comprato l'elemento principale!!!:-)

Lolah ha detto...

Brava Tinuccia!
Sono d'accordo con te al cento per cento.
Un baccione dalla Spagna.

martina ha detto...

Mi unisco anch'io alle tue speranze "idealiste" affinche' in un qualche modo e in un qualche tempo possano diventare realta' (almeno per i nostri figli). Dall'Irlanda Martina

Gio ha detto...

che bello siamo davvero in tanti!
qualcuno deve pur dire basta!

La Gaia Celiaca ha detto...

post bellissimo e appassionato, e se non c'è la ricetta non importa!

condivido ogni birgola, e ti aggiungo subito nell'elenco

grazie anche dalla mia "socia" in questa folle avventura norma

gaia

Shade ha detto...

senza dimenticare che il suo atteggiamento di supermacho non fa che denigrare le donne. Puah, mi viene il vomito.
gran bella iniziativa, spero si ripeta!

Anonimo ha detto...

sono con te e tutte quelle/i che lo pensano.

per fortuna abbiamo PERSONE come SAVIANO, che a discapito della vita si fanno sentire.

Anna

Vero ha detto...

Meglio essere felici....
Grazie per questo post era necessario..
Vero

MMM ha detto...

ciao cara=)
ti invitiamo a partecipare al nostro primo contest..
dai un'occhiata a
http://modemuffins.blogspot.com/2010/11/evereybody-loves-muffins.html
baci!
MMM

titty ha detto...

Se avessi un blog lo scriveei anch'io.Brava brava brava!!!

La Gaia Celiaca ha detto...

torno qui per dirti che sono proprio felice di aver scoperto il tuo blog, e ti seguirò con grande piacere!
ho un po' sbirciato qua e là e ne vale veramente la pena!

Tinuccia ha detto...

Grazie a tutti! E' stato un vero piacere, per me, condividere con voi il mio pensiero.

Gaia, ne sono molto felice:)))Mi ha fatto piacere conoscerti, te lo dico col cuore! Grazie ancora di tutto:)