domenica 8 febbraio 2009

La brioche di Julia Child

Ho incontrato questa ricetta su un interessantissimo blog francese, precisamente qui.
Una brioche fatta con la farina zero mi ha da subito incuriosito e poi non avevo mai provato la tecnica di lievitazione indiretta ivi utilizzata chiamata éponge.
Ne sono rimasta colpita molto, molto piacevolmente. Io ho formato delle briochine.
Mi diverto a giocare con le forme.

brioche di julia child petits pains fi078

brioche di julia child fiori mo097

Non conoscevo Julia Child, ma sono stata contenta di averla incrociata. Vedete che sofficità!
brioche di julia child alveolatura fi-1
Ho iniziato una ricerca in rete e grazie a Comidademama ne ho capito l'importanza.

Ecco la ricetta. Sottolineo che non è una traduzione letteraria, bensì una liberissima ma attinente versione. Fra parentesi e in rosso aggiungo le mie modifiche.

Éponge
85gr di latte intero tiepido
20gr di lievito di birra fresco o una bustina di lievito disidratato (18gr lievito di birra)
1 uovo
360gr farina 0


In una ciotola versare il latte tiepido e farvi sciogliere il lievito, unirvi l’uovo e mescolare. Aggiungere 180gr di farina e impastare per 4 o 5 minuti. Fare cadere a pioggia sull’impasto i rimanenti 180gr di farina fino a ricoprirlo tutto, e lasciarlo lievitare per 30, 40 minuti, (io 40). Questi saranno i risultati.
Collage éponge
Come potete vedere la farina risulterà crepata.

Impasto
Éponge
70gr di zucchero (se la si vuole più zuccherata si possono raggiungere i 100gr)
Mezzo cucchiaino di sale (io 5 gr)
4 uova sbattute
200gr farina 0 (180gr da aggiungere, 20gr da conservare in caso di necessità)
170gr di burro a temperatura ambiente.

Versare lo zucchero, il sale, le uova sbattute e 180gr di farina sull’éponge. Mettere nell’impastatrice o nella macchina del pane ed impastare per almeno 20/25 minuti (io Ken, 25 minuti, frusta a k). Nel caso in cui l’impasto non si dovesse staccare dalle pareti completamente aggiungere poco alla volta i restanti 20gr di farina supplementare ( io non li ho utilizzati), il vostro impasto dovrà essere incordato ed assomigliare a questo:


brioche di julia child impasto primo momento fi031

A questo punto unire il burro morbido facendolo assorbire gradualmente; non aggiungerne altro fino a quando quello precedente non sarà stato assorbito completamente (io non avevo letto bene e l’ho aggiunto tutto in una volta, la prossima volta starò più attenta e seguirò le indicazioni. Ho fatto andare l’impastatrice per circa 20 minuti. Ho sostituito la frusta a K col gancio). Impastare fino a completo incordamento. Dovrete ottenere un impasto liscio, lucido ed elastico, tipo questo:

Collage impasto incordato fi

Imburrate o oliate una grande ciotola e adagiatevi l’impasto.
A questo punto due sono le strade da seguire:

1) O fare lievitare a temperatura ambiente per 2 h, 2h e 30 nella ciotola coperta e riparata da correnti d’aria: bisogna che l’impasto raddoppi di volume, non di più;
2) O fare lievitare nella parte meno fredda del frigo per un periodo di tempo che va da 4 a 6 ore, massimo tutta la notte. (E’ la tecnica che ho scelto, dopo 8 h e 30 l’impasto era pienamente maturato, sulla superficie iniziavano a presentarsi delle bolle, penso sia meglio non andare assolutamente oltre).

Se scegliete la prima strada, avvenuta la lievitazione formate a vostro piacere; nel caso della seconda, invece, dopo aver tirato l’impasto fuori dal frigo lasciarlo a temperatura ambiente per un’ ora e poi formare. (Per queste briochine ho diviso l’impasto in 13 pezzi di circa 80, 85 gr e poi formato).
Per quanto riguarda la formatura io ho preso spunto da qui
http://piroulie.canalblog.com/archives/2008/03/02/8170986.html
e da questo video (nello schema che si vede cliccare sulla categoria Breads and Baked Goods e poi andare alla pagina 2 sul video Bread sculptures)
Spennellare le briochine con una miscela di acqua (io latte) e tuorlo d’uovo e poi lasciare lievitare fino al raddoppio, un’ora circa. Sistemare nelle teglie distanziandole il più possibile, crescono molto in cottura, rischiate che si "bacino":)
Infornare ad una temperatura di 180°C, forno preriscaldato, statico sopra e sotto.

Il tempo di cottura varierà in base alla pezzatura e alla forma data. Per queste briochine c’è voluto da un quarto d’ora a 20 minuti, ma il mio forno è molto potente. Devono risultare colorite.

Nel caso in cui si dovessero scurire troppo coprirle di carta stagnola.
In questo video (nello schema che si vede cliccare sulla categoria Breads and Baked Goods e poi andare alla pagina 8 sul video Brioche Dough) troverete l'esecuzione completa della ricetta proposta.
EDIT del 30-07-09 Se desiderate fare le vostre briochine in estate, ma avete paura che le alte temperature possano influire negativamente sulla vostra preparazione, andate qui Pupina vi aiuterà con la sua descrizione dettagliata e puntuale.

96 commenti:

ines ha detto...

devono essere proprio buone e soffici, complimenti davvero. Un bacio

Carolina ha detto...

Perfette per fare colazione domani mattina, no!? Posso averne qualcuna, diciamo 3 o 4?! Mi piacciono quelle a forma di fiorellino...
Sei bravissima Tinuccia, ogni volta che apro la tua pagina spalanco la bocca per la meraviglia.
Buona serata!

Rossa di Sera ha detto...

E' proprio curioso questo éponge! Mi piacerebbe provarlo una volta. Complimenti per le brioche, sono bellissime!
Buona notte!

Papilles et Pupilles ha detto...

Oh la la, quelle merveille ! Que c'est beau ! Tes photos sont splendides ! Bravissimo !

astrofiammante ha detto...

bene, ho letto diligentemente tutti i passaggi spiegati da te magnificamente e mi hai convinto....proverò anch'io i lievitati, splendide briochine ciaoooo!!

Denise ha detto...

beh...a dir poco spettacolari queste brioschine! Non dev'essere assolutamente facile, brava!!

v@le ha detto...

Che spettacolo questa brioches!
complimenti anche per il blog
baci
vale

Genny ha detto...

che spettacolo!!

Marta ha detto...

Sembrano sofficissime!
Le provo, grazie!

natalia ha detto...

Che belle queste brioscine !!

Elga ha detto...

Meravigliose! Fai conto che domani saranno già nel mio forno:))

CARMEN ha detto...

Ciao tinuccia...ho appena visto i croissant di paoletta e mi sono ripromessa di provarli...ma mi sa che devo provare anche queste tue dolci briochine...

Brava brava tinuccia
CARMEN

Fra ha detto...

Sono divine! questa ricetta me la segno e proverò sicuramente a replicarla!
Un bacio
fra

piroulie ha detto...

je viens de decouvrir ton blog que je trouve remarquable
cette brioche est magnifique !

Giò ha detto...

non ho parole:sono stupende, mi arriva il profumo via computer!e la forma che perfezione! non conoscevo questa tecnica, anche se non sono molto pratica, mi fermo al panbrioche, però sto studiando molto la teoria e questa è la più interessante che ho visto in giro.

Piccipotta ha detto...

tinuccia adorata... mi hai lasciato a bocca aperta e con tanta tanta voglia delle tue brichesine...
ne posso avere una per l'esame di mercoledì???? bacio bacio

michela ha detto...

Adesso mi metto a studiare..voglio anche io una brioche così!!!

comidademama ha detto...

Una combinazione felice arrivare da la cucina di Calycanthus, vedere la tua meravigliosa brioche e vedere che hai letto il mio post su Julia Child! Sono felice e complimenti per la ottima riuscita!

le pupille gustative ha detto...

Che spettacolo davvero infinito queste brioche, non diventerò mai così brava nei lievitati ma è bellissimo vedere chi è strabiliante come te! Buona serata

sweetcook ha detto...

Che splendore!!E che impasto interessante;)

FrancescaV ha detto...

spiegazione perfetta, foto bellissime e prezioso il link per fare frme diverse ai lievitati. Super post!

silvanausa ha detto...

buone che meraviglia

Morettina ha detto...

Sono a bocca aperta!!!!!!!!
Tinuccia .... che GOOOOODURIA!!!!!!
kISS

Mariluna ha detto...

Arrivo da te tramite Flickr per delle foto stupende e scopro un blog delizioso e chiarissimo nelle spiegazioni oltre che alla tua bravura...percio' complimenti!!!

Spero non ti dispiace se ti inserisco nei miei preferiti!!!

blunotte ha detto...

ma sono perfette, che belle, chissà che bontà!!!

Tinuccia ha detto...

Ines grazie. Si lo erano;)

Carolina, anche tutte. Grazie e un bacione.

Si, vero, curioso e simpatico da preparare. Grazie.

Papille avec ta visite tu m’as rendu très heureuse. Je te remercie de nouveau pour cette merveilleuse brioche.
Je t'embrasse.

Astro fammi sapere. Grazie.

Grazie Denise.

Vale grazie di tutto. Sono felice che il mio blog ti piaccia.

Genni grazie.

Marta grazie a te.

Natalia grazie.

Elga se le fai mi metti al corrente? Grazie.

Carmen cara, hai visto che cornetti meravigliosi quelli di Paoletta??? Be', avrai da pasticciare in questi giorni;) Un bacio grandissimo!!!

Grazie Fra.

Piroulie grâce à toi j’ai formè mes petits pains. Merci pour tes precieuses idèes.

Giò sei gentilissima. Grazie di cuore.

Picci cara, fatto l’esame????? Conoscendoti sicuramente sarà andato benissimo. Ti mando un bacio forte.

Michela grazie.

Comidademama è un onore per me ricevere una tua visita. Ti ringrazio tanto per averci messo al corrente di chi fosse Julia Child. Grazie di tutto.

Le pupille, che gentile che sei. No, non sono strabiliante, mi diverto solamente. Grazie di cuore per la tua squisita gentilezza.

Si cara Rob, è vero, è interessante. Grazie e ti abbraccio forte.

Francesca grazie, è bello sapere che questo post ti sia piaciuto.

Grazie Silvana.

Maurèèèèèèèèèèèèèèèè!!!! Ti abbraccioooooooo:)

Mariluna benvenuta innanzitutto. Mi dispiace?????
Mi fai felicissima!!! Grazie di cuore per la tua visita e per ciò che pensi delle mie foto:)))

Tam ti ringrazio tanto:)

Virginia ha detto...

Incredibili queste brioches! Davvero un esperimento interessante. Grazie, Tinuccia, mi hai messo una bella pulce nell'orecchio!

Rorò ha detto...

Bellissime!
In questo momento sto inviando chi le ha assaggiate...

Ciao ciao!

Lory ha detto...

Che spettacolo, viene da addentare il monitor. Bravissima!
Ciao. Lory

Marilì di GustoShop ha detto...

Doppio WOW. Belle, soffici, invitanti e che belle forme. Ammirazione smisurata.

Dolcienonsolo ha detto...

Che bello questo Blog...da guardare con calma...ritornerò!

marsettina ha detto...

sono davvero uno spettacolo

Micaela ha detto...

devono essere buonissime! complimenti!!!

Laura ha detto...

Me ra vi glio seeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!

Bosina ha detto...

Che meraviglia!!!
Vorrei dirti che la proverò, ma mi sento così imbranata...
Un bacione e buon lunedì

Tinuccia ha detto...

Vi ringrazio tutte!

Cecilia ha detto...

Complimenti, mi ispirano tantissimo! Tanti complimenti anche per il tuo blog che è fatto veramente bene! Lo inserisco subito tra i miei preferiti!
Ceci

http://incucinaconilbassotto.blogspot.com

Pupina ha detto...

Ho trovato il tuo blog per caso e me ne sono innamorata.
Ho la tua stessa passione per i lievitati e ritrovarla in blog come quello di Paoletta ed il tuo è una vera fonte di ispirazione.
Non appena avrò di nuovo la mia cucina (ora sono in trasloco) mi butterò a pesce su queste meraviglie.

Tinuccia ha detto...

Cecilia grazie:)))

Pupina sei in fase di trasloco ahhh!!!! Non ti invidio proprio!!!
Grazie mille:)

Anonimo ha detto...

io le ho fatte! Sono buonissime. Però si sentiva un pò l'uovo a te no? POI io ho usato i 360 gr di farina0 ma il resto ho usato la 00 perchè nella ricetta non è specificato,comunque non ho avuto problemi nella lavorazione. CIAO,ROSA...

marsettina ha detto...

fatte e ho apportato una modifica alla ricetta mio malgrado , ho messo solo 10 gr di lievito perchè lo avevo finito,sono ottime ,posso postarle nel mio blog citando la fonte??

Tinuccia ha detto...

Rosa sono felicissima che ti siano piaciute:)) Grazie per averle provate!!! No, il gusto predominante a me era il burro non le uova. La farina doveva essere interamente 0. Aggiungerò subito, grazie per avermelo fatto notare; l'ho dato per scontato, perchè nell'introduzione c'era scritto che era una brioche fatta con farina 0:)Ma sei la Rosa dei Babà?

Marsettina e me lo chiedi pure??? Per me è un grande piacere e soprattutto non vedo l'ora di vederle. Meno lievito??? Meglio ancora:)Grazie per la fiducia dimostratami:)

Anonimo ha detto...

non sono la Rosa dei Babà ma conto di provarli forse domani!CIAO

piroulie ha detto...

Grâce à toi j'ai découvert cette brioche et je viens de mettre un lien sur mon blog vers le tien
merci et bon dimanche

traduction approximative (ne pas rire !)
Grazie a Lei io scoprii questo pane dolce ed io ho messo appena un "lien" sul mio blog verso il Suo
ringrazi Lei e buona domenica

Tinuccia ha detto...

Piroulie tes brioches sont merveilleuses, je l'ai vues! Cet échange France/Italie/France a été très productif;) Je suis heureuse que tu aimes mes photos et surtout que nous nous sommes rencontrées sur la blogosphère.
Merci beaucoup et à la prochaine fois:))

Tinuccia ha detto...

Je les ai vues;)Pardon!

Moscerino ha detto...

AH Tinuccia, se solo avessi visto prima la tua ricetta!! Dopo settimane e settimane che non tocco il lievito oggi mi sono decisa e mi sono messa a preparare ogni cosa per fare delle briochine, la ricetta di Felder che avevo visto su un libro...poi ho visto queste, e adesso vorrei proprio farle, ma ormai ho già pesato e messo nella ciotola gli ingredienti per le altre :((
mi sa che queste attenderanno la prossima occasione..intanto ti aggiungo ai preferiti così non mi perdo più le tue ricette!

seri ha detto...

Favolosa questa brioche complimenti

Tinuccia ha detto...

Moscerino ma poi le hai fatte o no?

Seri grazie:)

Anonimo ha detto...

ciao, ho letto una tua risposta sul blog di Pupina (mi pare si chiami così.. ) riguardo all'evenutalità di impastare queste bioches a mano. Hai proposto lo stesso metodo della pizza romana. Quindi per sicurezza (sono un pò handy) te lo richiedo, anche per questo impasto. - dopo l'eponge - si può procedere allo stupendo french method ? non l'ho anocra provato a causa delle temperature un pò altine di qurste ultime settimane . ma non vedo l'ora di provare. Se si per quanto tempo devo impastare ?
maria

Anonimo ha detto...

sono sempre l'anonima maria, giacchè sono qui a parlare di impasti a mano ...ne approfitto per chiederti informazioni sulla macchina impastatrice. Ho letto qualcosa e mi sono persa ce ne sono tante e costano un botto. Tieni presente che non sono certo una professionista però ogni tanto mi picerebbe fare anche le brioche o il pane o altre preparazione che anche sul sito di adriano sono proibitive a mano. Me ne sai consigliare una che appunto non sia una super professional e non costi un'esagerazione?
grazie mille
maria

Ciboulette ha detto...

interessante tecnica. Pure da studiare un po' :)

sciopina ha detto...

semplicemente deliziose per forma e consistenza. Mi sa che julia child impazzerà nei nostri blog per un bel pò. Sono contentissima di aver appreso questa tecnica dell'eponge che non conoscevo.
Grazie tante
sciopina

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

sembrano ottime, ma certo che la ricetta è laboriosissima!
Credo proprio che resterò con la voglia di provarle.
Comunque complimenti!!!!

Emanuela ha detto...

Ciao Tinuccia! ovviamente io arrivo lunga ma ho appena visto il libro di Julia Child e ho cominciato a documentarmi x cercare un po' delle sue ricette, amo cucinare e sono molto curiosa nello sperimentare....peccato non ci sia in italiano il libro per poterlo gustare chissà un giorno!!... così ho scoperto il tuo bellissimo blog con delle ricette davvero deliziose...tra cui queste brioche e nuove tecniche davvero interessanti. grazie davvero nel w.e. proverò a farle e poi ti farò sapere il risultato!
Un saluto affettuoso da Modena
Emanuela

Tinuccia ha detto...

Grazie a tutte!!!

Emanuela le hai preparate?

Emanuela ha detto...

Ciao! purtroppo non ancora per imprevisti nel week end ma sarà fatto x qs fine settimana spero insieme al pollo di Julia Child....tu sai dirmi dove trovare altre ricette magari in italiano??
Grazie!
E.

Che Birba ha detto...

Ciao sono Laura da Pisa...ti scrivo perchè ho scritto un post nel mio blog dove ho citato il tuo, eccolo:

http://chebirba.blogspot.com/2010/01/blog-di-cucina.html

Anna ha detto...

Ciao Tinuccia, ieri pomeriggio ho fatto le Brioche di Julia Child e, mentre le preparavo, è arrivato il corriere e mi ha portato il libro Mastering the Art of French Cooking che avevo ordinato on-line... Un pomeriggio all'insegna di Julia insomma!!! Le brioche sono venute veramente buone, grazie per la ricetta!!!

miviki ha detto...

ciao,Anna,cercavo appunto il libro che tu hai acquistato...ma è solo in inglese vero?

Anonimo ha detto...

Mi manca solo l'ultima fase: in forno!!!! Mille grazie per aver tradotto questa ricetta, non vedo l'ora che tutto sia cotto :)))))) grazie!!!!

il libro di Julia Child è solo in inglese. Ma secondo me è questione di mesi e lo traducono anche in italiano, visto il successo del film!

Marghi

Anonimo ha detto...

Solo una parola:

DI_VI_NE

provatele assolutamente.

Marghy

Tinuccia ha detto...

Che bel risveglio!!!
Cara Marghy, la cosa che mi fa più piacere è far felice i miei lettori:)))))
Sono felicissima che ti siano piaciute, e ti ringrazio tanto per avermelo detto!
Un abbraccio e buone vacanze!!!

elisa69 ha detto...

Ciao Tinuccia,queste meravigliose brioches le ho provate tempo fa e sono riuscite benissimo grazie alle tue spiegazioni molto chiare e dettagliate!Ho da poco aperto un blog e proverò a postarle oggi così, se vuoi, puoi vederle!Grazie ancora!

Chiara ha detto...

Ciao, le ho fatte stamattina e hanno avuto un successone ... certo c'è da lavorare, anzi da aspettare, comunque sono ottime molto meglio di quelle schifezze congelate piene di grassi e conservanti. brava ottimo consiglio.

Tinuccia ha detto...

Chiara, ne sono felicissima. Concordo con te pienamente.
Grazie per avermelo detto e buona giornata:)

loredana ha detto...

ciao sono loredana, ho scoperto questo blog per caso ma ne sono rimasta piacevolmente colpita...mi piace molto impastare lievitati. vorrei provare questa ricetta ma mi è venuto un dubbio sulla quantità di farina . nella ricetta ci sono all'inizio 360 g di farina (180 g per l'impasto e altri 180g da mettere sopra a pioggia se ho ben capito ) e poi altri 200 g per il secondo impasto....ho capito bene ? ti ringrazio anticipatamente per la risposta
grazie
lory

Tinuccia ha detto...

Ciao Loredana e benvenuta. Si, ti è tutto chiaro.
Nel secondo impasto aggiungine prima 180gr; utilizza gli altri 20gr solo in caso di bisogno; tutto dipenderà dalla forza della farina che usi e, quindi, dal suo potere di assorbimento. Io, per esempio, non li ho aggiunti.
Buon fine settimana e fammi sapere se ti sono piaciute:)

Anonimo ha detto...

Fatte oggi, sono meravigliose e buonissime
Grazie per la dettagliata spiegazione
Patrizia

chrialan ha detto...

sicuramente da provare....... e chi ti molla più ormai sei nei mie preferiti..... però volevo sapere se si potevano usare come farine la 00 e la manitoba,oppure 0 e basta? se puoi rispondi perchè ho voglia di provare queste bellissime brioche...

Tinuccia ha detto...

Ciao Chrialan, molto di piacere di conoscerti:) Una caratteristica che mi incuriosì di questa brioche è stato proprio l'uso della farina 0, io ti consiglierei di usare questa.
Buona serata, aspetto tue notizie, grazie:))

Tinuccia ha detto...

Patrizia, grazie mille, ne sono felice:)

chrialan ha detto...

le brioche si poossono congelare? se è si, a che punto della lievitazione? sai vorrei preparmele e al momento del bisogno tirarle fuori la sera x la mattina, come si fà con i cornetti... ciao

Tinuccia ha detto...

Ciao Anna:)
Sottolineo che queste briochine non mi è mai capitato di congelarle, ma ti dico come farei e come faccio di solito con i lievitati.
Tranne che per croissants e lievitati sfogliati in genere che congelo direttamente dopo la formatura, per tutti gli altri lievitati congelo dopo averli sfornati e fatti raffreddare. Volendoli mangiare a colazione, li tiro fuori dal freezer la sera prima di andare a dormire, così la mattina li trovo pronti. Se lo desideri, una volta scongelati, puoi dare ai tuoi lievitati una rapida riscaldata, ma proprio rapida, rapida.
Buon fine settimana!

chrialan ha detto...

ciao tinuccià:) grazie x l'imminente risposta, perchè le voglio preparare stasera x domani a colazione......... farò come mi hai consigliato,e pò te' facciè sapè! buon fine settimaana anche te.....

Angela ha detto...

Nemmeno a farlo a posta oggi ho pubblicato un post che parlo del film di julie & julia promettendo di pubblicarne qualche ricetta..
Complimenti per questa brioche ha proprio un bel colore e da davvero l impressione di essere sofficissima

Ang

chrialan ha detto...

tinucciaaaaa le ho fatteeeeeeeee! belle buone profumate insomma,una domenica alla francese..... io e mio marito abbiamo fatto il bis, ne sono rimaste 4 e sono nel freezer per la prossima colazione... cià cià cià.....

Ilaria ha detto...

....di sicuro la ricetta ed il risultato sono fantastici, la mia prima prova al momento è in forno...però ho avuto difficoltà nel modellare la pasta prima di infornarla. Nel senso che si era elastica, lucida, liscia forse anche troppo infatti non sono riuscita a dare forme particolari oltre a una piccola pallina che non è rimasta tonda...che ho sbagliato?

Tinuccia ha detto...

Ilaria, non saprei cosa risponderti, mi dai pochi indizi per aiutarti. I motivi potrebbero essere tanti; il primo che mi viene in mente è la differente forza della farina utilizzata. Sei stata precisa con l'aggiunta dei liquidi? Magari utilizzando uova grandi, invece che medie. Comunque io sono qui per te:)

Anonimo ha detto...

Ciao, queste brioches sembrano buonissime! ma volevo sapere se si potevano fare anche senza impastatrice..

Tinuccia ha detto...

E' un impasto molto difficile da lavorare a mano, per cui stai ben attenta, ma nel caso in cui tu volessi provare comunque, ti consiglio di leggere questo post http://mollicadipane.blogspot.com/2009/05/la-romana-impastata-mano.html
e soprattutto di guardare il video in esso presente. Viene spiegata la tecnica per lavorare impasti molto idratati.

Mieledilavanda ha detto...

tesoro questa ricetta te la rubo ;-) meravigliosa...

Lory ha detto...

Da provare al più presto. Meravigliose!!

Anonimo ha detto...

la provo!! grazie!

sara ha detto...

Ciao le ho fatte oggi e sono proprio buone e sofficissime! Le ho già imbustate per congelarle così per colazione sembreranno come appena fatte... grazie mille per aver postato la ricetta! Ciao

Tinuccia ha detto...

Sara, ne sono felicissima! Grazie per avermelo detto. :)

veronica ha detto...

una meraviglia di brioche fatte ieri una ricetta meravigliosa che sto postando ora nel mio blog .cito te e le tue meraviglie riportando il link in questo post.grazie e non smetto di ammirare ogni tua creazione!un bacio veronica

Cucina Mon Amour ha detto...

Ciao Tunuccia.
Stavo cercando una ricetta di brioche di Julia... ed eccomi qua..
mi é piaciuta molto la tua versione.
Ma sono rimasta con un dubbio... ci sono due impasti... se uniscono ?? oppure sono due versione...
Scusami, ma non ho capito bene...
Se ti va passa da me.
Un abbraccio.
Thais

Nelly ha detto...

Che meraviglia! Ne vorrei qualcuna per la colazione di domani! :)

Monia V ha detto...

Che spettacolo: un risultato eccellente! Complimenti davvero: viene voglia di tuffarcisi dentro!! Ciao e buon Ferragosto, Monia.

emmebyrock ha detto...

Ciao ho scoperto il tuo blog casualmente seguendo l'anniversario di Julia Child.Ho visto il dolce e...iscritto subito, tornerò a leggerti con calma. Mi occupo di musica, arte...ecc se vorrai guardare il mio blog sarai benvenuta. Ciao Grazie Marco

Marti ha detto...

Proprio oggi che cercavo una ricetta da provare in onore di Julia Child, non potevo trovarne una migliore, ben spiegata, con tantissime foto; blog stupendo! :)
se ti va ti lascio l'indirizzo del mio, giusto per dargli una sbirciata ;)
Buon Ferragosto!! Marti
www.martisweetnsour.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Io amo Julia e non vedo l'ora di provare le sue ricette, allora:
bon appétit ! <3 :) ;)
Caterina, 13

dicolamia ha detto...

ciao, innanzi tutto buon ferragosto..., ho letto la ricetta (stupenda) per le brioches di Julia Child non riesco a capire cosa si deve fare dopo l'impasto (a mano) e la lievitazione di 40 min. con sopra i 180 gr di farina, a questo punto ricominci cvon un nuovo impasto, a macchina... che si fa nel caso l'impasto si debba fare a mano?... dopo la lievitazione in cui la farina si spezzetta.... si riimpasta il tutto e poi si fanno le formine?... grazie davvero per un chiarimento.
Vincenza.