sabato 5 dicembre 2009

Gueffus all'amarena: NoBday in cucina

Mollica di pane partecipa al

nobday

e lo fa accogliendo con slancio l'invito di Gennarino a partecipare al "NoBday in cucina" e.....vestendosi di viola!


GUEFFUS ALL'AMARENA DI ELAYSA


Gueffus all'amarena


La ricetta è di Elaysa è stata presa qui nel forum di Gennarino; io, per l'evenienza, l'ho modificata dovendo elaborare una ricetta viola!!!
In basso le mie modifiche.

Ingredienti

500 gr di mandorle macinate
100 gr di zucchero (in pratica è il 1/5 cioè il 20% del peso delle mandorle)
buccia grattuggiata di un limone
poca acqua
sambuca o acqua di fiori d'arancio

si procede cosi:
si fa sciogliere sul fuoco lo zucchero con pochissima acqua (proprio il fondo di una tazzina) il tanto che serve per farlo sciogliere. Si aggiunge la buccia grattuggiata del limone. Appena è sciolto si butta sulle mandorle macinate (in un'altra terrina) e si mescola bene. A questo punto si aggiunge sambuca (o acqua di fiori d'arancio) finche non si raggiunge la giusta consistenza , che sarebbe un po' appiccicosa ma abbastanza sostenuta da poterci fare le palline. (appena li faccio fotografo il procedimento). Si rotolano nello zucchero e si incartano nelle veline colorate. FINITO. Ci mettete più tempo ad incartarli che a farli

Ah una cosa: appena fatti rimangono molto umidi e abbastanza alcolici (se si usa la sambuca) , ma basta lasciarli 1 o 2 giorni all'aria per avere la consistenza perfetta!

Rispetto alla ricetta originaria ho diminuito le dosi utilizzando 250gr di mandorle, 50gr di zucchero, due cucchiai pieni di acqua e per dare un tocco di viola, al posto della Sambuca ho aggiunto gradualmente 50gr di sciroppo di amarene , più 3 cucchiai di Strega; penso che sarebbe andato meglio lo Cherry. All'interno di ogni Gueffus ho introdotto un'amarena e infine li ho rotolati nello zucchero che avevo precedentemente colorato con lo sciroppo di amarene. Il sapore dell'amarena è risultato essere molto delicato e non ha soffocato assolutamente quello delle mandorle, nè quello della buccia del limone. Gradevole anche il leggero tocco alcolico dato ai gueffus dalla Strega, certo meno presente rispetto a quello dato dalla Sambuca della ricetta originaria, viste anche le differenti dosi utilizzate. I gueffus della ricetta originale sono veramente ottimi, li ho preparati diverse volte, ma anche questi, nati per "esigenza" mi hanno molto soddisfatto.
Mi scuso col popolo sardo per aver stravolto una ricetta della loro tradizione, ma ho dovuto.......................... a mali estremi, estremi rimedi;)

Buon NoBday a tutti:)))

8 commenti:

Elettra ha detto...

wow! che bell'idea! complimenti!

Gloria ha detto...

Che belli con il cuore di amarena!Sai che non ho idea di come sia il sapore del liquore Strega? però sono molto curiosa ...

Scribacchini ha detto...

I dolci non sono il mio forte ma questo ha proprio un bel colore :-)
Remy

FrancescaV ha detto...

non sapevo di questo avvenimento viola di Gennarino per un No B-Day anche in cucina, che sostengo a spada tratta. Che bella presentazione che hai fatto e che bontà devono essere queste palline alle mandorle, bravissima come sempre!

Gaia ha detto...

Avevo promesso anche io di fare qualcosa di viola, ma sono sempre stata a pranzo /cena da amici/parenti e non ce l'ho fatta...
Pero' in frigo ho un mezzo cavolo viola. Magari, vale lo stesso...
In ogni caso, sabato mi sono orgogliosamente messa una bella giacchetta del colore della Fiorentina... ;-)

vinicolamente ha detto...

Ottima l'idea del no B-Day in cucina, poi a me l'amarena piace tantissimo

Patapata ha detto...

bella iniziativa! peccato,sono arrivata tardi :( sarebbe stato bello lanciargli in faccia una di queste al posto della statuina! la violenza non è mai una soluzione.

Tinuccia ha detto...

Grazie a tutti:)

Si Remy, è proprio un bel colore:)))

Patapata, vero, la violenza non è mai una soluzione!