venerdì 28 gennaio 2011

Panini semidolci da buffet di Adriano

In un buffet, questi non possono assolutamente mancare!

IMG_8301fi

Sicuramente molti di voi già conosceranno ed avranno testato personalmente la bontà di questi paninetti, perché presenti nel programma del 2010 dei corsi di panificazione di Adriano e Paoletta, ma ciò non mi esime dal dire che ho trovato questi bocconcini meravigliosi!
Maestro, so che non potrai leggermi perché impegnato con la mia cara Paoletta nei vostri nuovi corsi, ma voglio comunque ringraziarti; è inutile dire che sono andati a ruba! 
Io li ho fatti accompagnare da vari affettati.

Ricetta di Adriano, tratta integralmente da qui


PANINI SEMIDOLCI DA BUFFET (BACINI) di ADRIANO

Sono i tipici panini da buffet, da farcire con il salato ma anche con il dolce.
Si tengono morbidi per un paio di giorni, chiusi in contenitori ermetici.

Ingredienti:
1kg farina W250 (in alternativa farina 0 per pizza 12% proteine min. , con buon assorbimento)
500gr latte intero
160gr uova intere (ca. 3)
100gr burro
30gr strutto
80gr zucchero
18gr sale
12gr lievito fresco
1 cucchiaino malto.
Sciogliamo il lievito ed il malto nel latte intiepidito amalgamiamo 500gr di farina e lasciamo gonfiare (ca. 90’).
Uniamo una manciata di farina ed avviamo l’impastatrice, con il gancio a bassa velocità. Quando l’impasto si sarà asciugato, uniamo le uova una alla volta, accompagnate da un po’ di zucchero e qualche cucchiaiata di farina, evitando di smollare la massa. Con l’ultimo uovo aggiungiamo il sale.
Aumentiamo la velocità a 1,5 ed impastiamo fino ad incordare la massa, poi inseriamo il burro e, una volta reincordato, lo strutto.
Continuiamo ad impastare a velocità sostenuta, fino a che la massa non si presenterà elastica, semilucida e farà il velo.
A mano: facciamo la fontana con la farina, disponendo il sale e lo zucchero all’esterno, al centro mettiamo il preimpasto e le uova ed impastiamo fino ad ottenere una massa elastica. Chiudiamo il burro morbido al centro ed impastiamo battendo di continuo sulla spianatoia. Ripetiamo la stessa operazione con lo strutto ed impastiamo battendo, fino ad ottenere le caratteristiche prima descritte.

Copriamo e poniamo a 26° fino al raddoppio.
Rovesciamo sulla spianatoia, sgonfiamo l’impasto appiattendolo con le mani e diamo le pieghe di tipo 1, copriamo a campana. Dopo 30’ porzioniamo a 15 – 20gr ed avvolgiamo a palla stretto.

Lasciamo lievitare a 28° fino al raddoppio, lucidiamo con albume battuto con pari quantità di latte ed inforniamo a 190° per ca. 12’

 Grazie Adriano, grazie ancora una volta! 



16 commenti:

Chiara ha detto...

Sono splendidi! Una sicuro successo come tutte le ricette di Adriano...Li hai presentati splendidamente, bravissima! buon we,un abbraccio...

giady di sulemaniche ha detto...

anche io li preparo spesso sono ottimi, versatili e bellissimi, adoro questa ricetta

Simo ha detto...

...spettacolari....

Sarah Fragola&Limone ha detto...

Questi paninetti sono praticamente identici, nell'impasto, alla mia adorata treccia al burro svizzera.. Partendo da tale presupposto posso capire perfettamente perché siano andati a ruba. Io ne vado matta!

sonia ha detto...

Grazie I like!!!!! Ma la farina w 250?dove si trova? Qual'è?

Mari - Rose di Burro ha detto...

Sono davvero invitanti. Li immagino farciti e ho già voglia di addentarli! E la tua foto mi piace molto :-)

Gaia ha detto...

Sono un classico, da noi, ormai...
Un classico irrinunciabile a colazione!
un bacio

giupas ha detto...

Sono buonissimi! Dopo il corso li ho fatti diverse volte con i pezzetti di cioccolato... irrinunciabili.

Grazie a Paoletta e Adriano per il corso!

Laura ha detto...

Sono bellissimi. Aggiungerei delle uvette...

Da provare subito!

Letiziando ha detto...

Hanno un aspetto meraviglioso ^_^

lerocherhotel ha detto...

Ma che belli questi panini!!!!!!!!!

tania ha detto...

mmmmm....decisamente una ricetta "must" per rinfreschi e aperitivi!
domandina: si possono preparare in anticipo e congelare? se si, a che punto della preparazione?
grazie

Morena ha detto...

Li avevo visti un pò di tempo fa nel blog di Adriano ma alla fine me ne sono dimenticata, sono così tante le sue ricette chevorrei provareche non riesco a starci dietroo..ora con queste tue splendide foto me li hai fatti ricordare..devoassolutamente provarli..!!Bellissimi e di sicuro ottimi!..
Un corso con Adriano e Paoletta??..sarebbe un sogno!!..chissà!

ciao ciao!!

maria luisa ♥ ha detto...

Stre-pi-to-si, questi panini e la foto è eccezionale, complimenti!

garlutti ha detto...

CIAO E una ricetta meravigliosa .. io amo il blog e mi piace condividere il mio blog ricetta. Vi invito a visitare. baci
MARIMI

Anonimo ha detto...

Ciao Tina, li ho fatti anch'io la settimana scorsa per il compleanno della bambina e sono SUBLIMI, buoni anche il giorno dopo...d'altra parte non poteva che essere così con una ricetta del Maestro. Ho imparato a farli al Corso di Firenze fatto a Maggio ed è stata una vera rivelazione. A proposito lo sai che per un disguido non sono riuscita a rientrare nel corso di quest'anno? Che rabbia!!!... ci ho messo giorni per smaltirla...e dire che l'ho rincorso per mesi il 2°corso..., comunque farò quello di un giorno il 16 Febbraio. Perchè non ci fai un pensierino? certo era meglio il fine settimana ma questa volta purtroppo è andata così...
Io ti aspetto comunque a Firenze con Deborah! Che bella sorpresa sarebbe!!!
Ah dimenticavo, è sempre un piacere leggerti sul blog.
ti abbraccio con affetto rita