mercoledì 29 aprile 2009

Tarte amandine aux poires

Un’unica parola per definire questo dolce…FANTASTICO!
Una voluttuosa crema di mandorle, accompagnata da pere, e il tutto contornato da una tenera brisée arricchita di goccioline di cioccolato che lavorano di concerto per soddisfare il palato di persone esigenti e golose come me:)
La ricetta è di Zuppa, e da quando l’ha pubblicata su Gennarino, me ne sono innamorata, e come me, Azabel, che, nel suo blog, ce ne dà una versione vegana.
Da allora l’ho fatta più volte, e mai mi stanco di quel sapore raffinato e seducente che la tarte sprigiona; la prima volta, ne ho fatta una versione mini,

Petite tarte amandine aux poires

ed utilizzando stampini da 9 cm di diametro sono uscite 12 "petites tartes". Con la crema disponibile sono riuscita a farcirne 10, ma io abbondo sempre.
Le altre volte, invece, ho utilizzato uno stampo unico da 26cm, e, nel possibile, l’ho gradito ancor di più, perché i sapori maggiormente sono andati ad amalgamarsi, facendo risaltare la raffinatezza ed unicità della crema, per la quale ho utilizzato le mandorle siciliane che mi aveva regalato la mia dolce Letyna a Natale, e ho sostituito la vaniglia con la buccia grattugiata di un limone.
Un dolce meraviglioso!!!

Riporto integralmente la ricetta così come Zuppa l’ha presentata nel suo blog.

Tarte amandine aux poires di Zuppa
Ingredienti:
-2 pere (me n'è bastata una, non amo esageratamente la pera cotta, nè il connubio pere-cioccolato E poi ruberebbero troppo la scena al resto del dolce)
Per la pasta brisée pralinée: (che potreste sostituire con una frolla addizionata con gocce di cioccolato anche nella sola fase della stesura)
200g. di farina
50g. di zucchero semolato
50g. di gocce di cioccolato
1 pizzico di sale
125g. di burro
Per la crema alle mandorle:
50g. di zucchero semolato
70g. di mandorle in polvere
1 cucchiaino di amido di mais,
1 uovo
50g. di burro
3cl di panna liquida (30ml, io ho letto 30cl e li stavo inserendo tutti, mi sono fermato a 10cl smadonnando e dovendo correggere)
il contenuto di un baccello di vaniglia.
aggiunta personale:
30g. di mandorle a lamelle,
un cucchiaio di zucchero di canna.
Preparare la brisée pralinée.
Setacciare la farina e lo zucchero in un ampio contenitore dove impasteremo, aggiungere le gocce di cioccolato e il sale. Mescolare un po' e aggiungere il burro a piccoli pezzi, impastando con i polpastrelli per ottenere un composto sabbioso. Aggiungere un paio di cucchiai di acqua gelata. impastare.
Far riposare in frigo avvolta da pellicola per almeno un ora. (potete prepararla il giorno prima).
Preparare la crema alle mandorle setacciando lo zucchero con le mandorle e l'amido di mais. Incorporare l'uovo, il burro fuso e la panna. Profumare con la vaniglia e tenere da parte il tutto. preriscaldare il forno a 180° (la ricetta originale dice 160°)
Foderare uno stampo con la pasta e cuocere in bianco (vuota) per 20 minuti. Intanto, peliamo le pere e tagliamole a lamelle.
Assemblaggio finale e cottura: versiamo la crema nella base cotta e adagiamo sopra le pere a lamelle. Se decidete di completarla come me, basta cospargere la superficie di mandorle a scaglie e zucchero di canna. Infornare quindi per altri 30 minuti, sempre a 180° . Si può gustare tiepida o fredda.

Grazie Zuppa!!!





25 commenti:

Genny ha detto...

mmm..la crema mi sembra una delizia..e pure la frolla..mannaggia perchè non mi piacciono le pere!!:(..ma secondo te non la rifarò con un 'altro frutto ??dici di no??che fai mi sfidi!!:))))va beh se insisti:DDD
un abbraccione e sempre ocmplimenti!!

Virginia ha detto...

Ecco, io lo sapevo...!
Quando una torta si presenta con questo nome, non può che essere da urlo. Fantastica.

Mary ha detto...

che buona e si presenta da sola , che buona aspetto invitante!

Lydia ha detto...

Bella la brisè pralinè

sweetcook ha detto...

Una sinfonia di sapori, sarebbe da matti non provarla ^_^

paolaotto ha detto...

Mi fido ciecamente del tuo parere perchè spesso simile al mio...."a naso" poi mi sembra davvero fantastica...ecco mi ero proposta di riposare un paio di giorni ma non posso farlo! Devo provarla assolutamente e ti saprò dire al più presto. Grazie. un abbraccio. Paola

Elga ha detto...

Mi fido ciecamente pure io del tuo giudizio. E hai ragione hanno l'apparenza raffinata, figuriamoci il gusto!!!

stefi ha detto...

Mamma mia, da acquolina in bocca, deve essere di una delicatezza assoluta
Copio subito la ricetta!!!!!
Grazie a presto!!!!!!

zuppa ha detto...

Non c'è di che! Sono veramente contento che sia così piaciuta.

Anonimo ha detto...

ciao tinuccia ho visto le tue foto e vorrei sapere se possiamo prenderle e pubblicarle sul giornale citando ovviamente la fonte del tuo blog. rispondimi al seguente indirizzo mail: info@lucanomagazine.it poi ti do maggiori informazioni.
ciao

Anonimo ha detto...

ciao tinuccia ho visto le tue foto e vorrei sapere se possiamo prenderle e pubblicarle sul giornale citando ovviamente la fonte del tuo blog. rispondimi al seguente indirizzo mail: info@lucanomagazine.it poi ti do maggiori informazioni.
ciao maddalena

Fra ha detto...

Spettacolare! non ci sono altre parole per commentare una tale delizia
Un bacione
fra

Giò ha detto...

avevo già adocchiato quella di Azabel..mììì che meraviglia!

Azabel ha detto...

E' una meraviglia questa crostata! per fortuna stan finendo le pere, altrimenti...

Anonimo ha detto...

tutto buono, soprattutto per una lucana come me trapiantata a vicenza...sono riuscita a fare "l firricidd c la muddica" e quelli "cu u rafan", molto apprezzati dai miei commensali.

Ti saluto sperando di parlare con te in pvt. Ho visto il tuo blog su quello di Paoletta.

Ciao Gabriella

Charlène ha detto...

la tarte amandine aux poires est un vrai délice tu as bein raison...j'en ai fait une la semaine dernière...elle a disparu de la table en moins de 10 minutes! un vrai succès!on en redemande.

Rosetta ha detto...

L'aspetto e la descrizione mi sembrano ottime.
Mandi

Fra ha detto...

ciao tesoro se passi da me c'è un piccolo regalo che ti aspetta
un bacio
fra

piroulie ha detto...

mi che meraviglia !!
elle a l'air délicieuse cette tarte surtout quand on aime les poires et les amandes comme moi !
ton blog est vraiment superbe

Dada ha detto...

E' sicuro, è fantastica...le mandorle, le pere ma soprattutto questa pasta frolla deve essere un sogno...

virginie ha detto...

hummm elle est à tomber cette tarte !!!!

Ciboulette ha detto...

tempo fa feci delle tartellette con una crema frangipane e pera....nelle tue mi colpisce molto la brisée con le gocce di cioccolato: da golosi impuniti e senza speranza, penso che la provero' presto :)

piroulie ha detto...

Cette recette et les photos sont magnifiques
bravo !

il ramaiolo ha detto...

Ma quanto mi piace questo dolcino... Con il te a merenda.... Ciao e grazie!!! A presto!

Tinuccia ha detto...

Vi ringrazio tanto!

Maddalena io vi ho risposto in e-mail, comunque...certo mi fa piacere:)